Annata

Vino Bianco Fata d'Oro

Note di degustazione

Per la produzione del vino bianco secco “Fata d’oro” la nostra azienda vinifica le proprie uve Favorita provenienti da un piccolo appezzamento di terreno nel Roero. Il nome di fantasia in etichetta ricorda il colore del vino.

E’ un vitigno (favorita) da cui si ricava un grappolo medio, cilindrico e allungato con acino di colore giallo dorato.

Il vino è di colore giallo paglierino con riflessi verdolini, lievemente fruttato, delicato dal sapore secco e con un leggero retrogusto amarognolo. Generalmente è un vino “giovane” che va consumato in annata.

Molto interessante è la storia che riguarda questo vino. Infatti questo vitigno è giunto a noi lungo le antiche vie del sale, lungo quei percorsi che da sempre legano l’Albese alla Liguria e ha trovato nelle terre sabbiose del Roero le condizioni ideali per il suo sviluppo dapprima come uva da tavola e poi da vino.

La lavorazione in vigna segue gli stessi passaggi degli altri vigneti e cioè la potatura invernale della vite, i lavori di allegagionepulitura e taglio dei tralci in estate ed infine la vendemmia durante la seconda metà del mese di settembre.

Dopodiché in cantina si inizia con la pigiatura e diraspatura ed il mosto viene sottoposto alla fermentazione alcolica a temperatura costantemente bassa (17-18°C).

La conservazione del vino avviene in vasche di acciaio inox e l’imbottigliamento generalmente si effettua in primavera.

Colore: giallo paglierino con riflessi verdolini Aroma: Delicato e fruttato, un po’ floreale.

Sapore: secco con retrogusto amarognolo Temperatura: 8/10 °C.

Abbinamenti gastronomici: è ottimo come aperitivo e adatto da abbinare al pesce o a carni bianche.

Informazioni di Base

Nome del prodotto: Vino bianco “Fata d’oro”
Vitigno: favorita
Denominazione: Vino bianco
Classificazione: –
Colore: bianco
Tipologia: fermo
Paese/Regione: Piemonte, Italia
Annata: –
Alcool svolto: 11,5 %
Zucchero residuo: <1,0 g/l
Numero di bottiglie prodotte: 2.000

Vinificazione

Metodo: Dopo la pigiatura e diraspatura il mosto viene sottoposto alla fermentazione alcolica a temperatura costantemente bassa (17-18°C). La conservazione del vino avviene in vasche di acciaio inox e l’imbottigliamento generalmente si effettua in primavera
Temperatura: 17-18° termocondizionati
Durata: 5/6 giorni
Affinamento: in acciaio
Tipo di botte: acciaio
Tempo minimo in bottiglia: 2 mesi

Vigna

% Uva/Vitigno: Favorita 100%
Terreno: sabbioso
Esposizione: sud ovest
Metodo di Allevamento: Agricoltura sostenibile senza utilizzo di erbicidi – diserbo meccanico
Anno d’impianto: 1990
Data della vendemmia: settembre
Tipo di vendemmia: manuale in cassette

Analisi Chimiche

Estratto secco [g/l]: 18.7 g/L
Acidità totale [g/l in acido tartarico]: 5.39 g/L
Acidità volatile [g/l in acido acetico]: 0.30 g/L
SO2 totale [mg/l]: 115 mg/L
SO2 libera [mg/l]:

Confezionamento

Numero di bottiglie per scatola: 6/12
Dimensione della scatola: 33x24x31,5 cm

Bottiglia

Peso della bottiglia vuota: 450 gr
Data imbottigliamento: 14 febbraio 2018
Potenziale d’invecchiamento: 2 anni
Dimensione del turacciolo: 24×44 mm
Materiale del turacciolo: sughero agglomerato
Tipo di bottiglia: champagnotta

I Nostri Vini